Sicurezza elettrica

Testare la sicurezza elettrica dei bagni e degli omogeneizzatori a ultrasuoni #

.
L'Ordinanza sulla Sicurezza Operativa e la Legge sui Dispositivi Medici, così come le normative sulla prevenzione degli infortuni, richiedono all'operatore di dispositivi elettrici di garantire un funzionamento sicuro per gli utenti e i pazienti. I produttori di dispositivi elettrici hanno un forte interesse a garantire che i dispositivi possano essere utilizzati in modo sicuro dopo la riparazione o la manutenzione. I dispositivi sono soggetti alla norma DIN EN 61010 e sono quindi testati per la sicurezza elettrica in conformità alla norma DIN VDE 0701/0702 dopo la riparazione e/o la manutenzione.

Quali test devono essere eseguiti? #

I seguenti test devono essere eseguiti sull'apparecchio nell'ordine specificato.

Ogni singolo esame deve essere completato con un risultato positivo prima di poter iniziare il successivo.

Se uno dei singoli test non può essere eseguito, l'ispettore deve decidere se la sicurezza dell'apparecchio può essere comunque confermata. Questa decisione deve essere giustificata e documentata.

Se i valori limite specificati vengono superati, si applicano i valori limite secondo lo standard del prodotto o le specifiche del produttore.

Procedura di test #

INIZIO
Ispezione visiva
Resistenza del conduttore di protezione
Resistenza all'isolamento
Correnti di dispersione
Correnti di contatto
Test di funzionamento
Documentazione
Valutazione

Ispezione visiva #

L'apparecchio viene ispezionato per determinare eventuali difetti riconoscibili dall'esterno e, per quanto possibile, la sua idoneità al luogo di utilizzo; occorre prestare particolare attenzione ai seguenti punti:

- Selezione e uso corretto di cavi e connettori
- Danni all'isolamento
- Danni alle linee di collegamento
- Condizioni della spina di rete, dei terminali di collegamento e dei fili
- Difetti nella protezione dalla flessione
- Difetti nello scarico della trazione del cavo di collegamento
- Stato dei fissaggi, dei portacavi, dei portafusibili accessibili all'utente, ecc.
- Danni all'alloggiamento e alle coperture protettive
- Segni di sovraccarico o di uso/funzionamento improprio
- Segni di interventi o modifiche non autorizzati
- sporcizia, corrosione o invecchiamento che hanno un impatto inaccettabile sulla sicurezza
- Sporcizia o ostruzioni nei fori e nelle fessure di ventilazione
- Condizioni dei filtri dell'aria
- Tenuta dei contenitori per l'acqua, l'aria o altri mezzi, condizioni delle valvole di scarico della pressione
- Operatività di interruttori, dispositivi di controllo, dispositivi di regolazione, ecc.
- Leggibilità di tutte le etichette o simboli relativi alla sicurezza, dei dati di dimensionamento e degli indicatori di posizione.

Misurazione della resistenza del conduttore di protezione #

Lo scopo della misurazione della resistenza del conduttore di protezione è quello di verificare il corretto collegamento tra il punto di connessione del conduttore di protezione sull'apparecchio e qualsiasi parte collegata al conduttore di protezione che potrebbe diventare sotto tensione in caso di guasto.

Per valutare il conduttore di protezione del cavo di collegamento alla rete, il cavo deve essere spostato per tutta la sua lunghezza durante la misurazione. Se si osservano cambiamenti nella resistenza durante il movimento, si deve presumere che il conduttore di protezione sia danneggiato o che il collegamento sia insufficiente.

Per i cavi fino a 5 m di lunghezza e fino a una corrente nominale di 16 A, la resistenza del conduttore di protezione non deve superare il valore limite di 0,3 Ohm. I dispositivi non sono specificati per cavi più lunghi.

Un buon metodo per rilevare i terminali corrosi con una resistenza non sicura consiste nel testare con una bassa corrente di prova CC nelle due possibili polarità. In genere si ottengono valori misurati diversi o valori misurati superiori al valore limite. Quando si esegue il test con una corrente di prova CA elevata, tali collegamenti difettosi non possono essere individuati, poiché lo strato di corrosione viene temporaneamente distrutto dalla corrente di prova elevata.

Durante il test, il campione di prova deve essere isolato da terra e scollegato dai sistemi collegati a terra, al fine di determinare in modo affidabile la condizione del conduttore di protezione.

Misurazione della resistenza di isolamento #

Questa misurazione non può essere effettuata se, ad esempio, è stata esclusa dal produttore nei documenti di accompagnamento.

La resistenza di isolamento deve essere misurata
- tra le parti attive e ogni parte conduttrice toccabile, compreso il conduttore di terra di protezione (eccetto PELV);
- quando si effettua la riparazione/scambio tra le parti attive di un circuito SELV/PELV e le parti attive del circuito primario.

Durante il test, si assicuri che l'apparecchio da testare sia scollegato in modo sicuro dal circuito di alimentazione. Durante la misurazione, tutti gli interruttori, i regolatori, ecc. devono essere chiusi per coprire completamente l'isolamento di tutte le parti attive. Se necessario, le misurazioni devono essere eseguite in diverse posizioni dell'interruttore.

Le parti che trasportano la tensione di rete contro il conduttore di protezione e le parti conduttrici toccabili collegate al conduttore di protezioneGenerale1,0 MOhm
Apparecchi con elementi riscaldanti0,3 Mohm
Le parti che trasportano la tensione di rete contro le parti conduttrici toccabili non collegate al conduttore di protezione.2 MOhm
Le parti che trasportano la tensione di rete contro le parti conduttrici toccabili con la misura di protezione SELV, PELV (ad es. ingressi/uscite di segnale)
Quando si effettua la riparazione/cambio tra le parti attive di un circuito SELV/PELV e le parti attive del circuito primario
Parti attive con la misura di protezione SELV, PELV (ad es. ingresso/uscita del segnale) contro parti conduttrici toccabili che non sono collegate al conduttore di protezione.0,25 Mohm

Misurazione delle correnti di dispersione e di contatto #

Ogni dispositivo elettrico provoca correnti di dispersione, che possono essere suddivise in due categorie:

1. corrente di dispersione:
La corrente che scorre nel conduttore di protezione e quindi comporta un pericolo per l'utente solo nel primo caso di guasto (conduttore di protezione interrotto).

2. toccare la corrente:
La corrente che scorre verso terra attraverso l'utente quando tocca una parte conduttiva toccabile che non è collegata al conduttore di protezione. (Ciò richiede un guasto massiccio - perdita di isolamento rinforzato o doppio).

Nel caso dei dispositivi medici, la corrente che fluisce dall'alloggiamento o dalle parti conduttrici toccabili verso la terra quando il conduttore di protezione viene interrotto viene anche definita corrente di contatto!
La corrente di dispersione e la corrente di contatto sono identiche se la parte toccabile è collegata al conduttore di protezione e non c'è alcun guasto.

Poiché la corrente di dispersione è la somma geometrica delle correnti di dispersione o residue ohmiche e capacitive, di solito non è possibile trarre conclusioni sulle condizioni dell'isolamento dal valore misurato.
I dispositivi elettrici sono spesso dotati di componenti non lineari, per cui le correnti di dispersione contengono anche componenti con frequenze superiori a 50 Hz. Queste correnti hanno un effetto minore sulle persone in caso di passaggio di corrente rispetto a una corrente della stessa entità con una frequenza di 50 Hz. Sono quindi ammessi valori limite più elevati per il conduttore di protezione e la corrente di contatto rispetto a quelli specificati nelle norme - in relazione alle correnti a 50 Hz. La maggior parte dei dispositivi di prova ne tiene conto utilizzando un filtro passa-basso unipolare con una frequenza di taglio di circa 1 KHz.

Corrente del conduttore di protezione / corrente di dispersione a terra #

La corrente nel conduttore di protezione deve essere misurata su ogni apparecchio con un conduttore di protezione. La corrente non deve superare i 3,5 mA, o 1 mA / KW per gli apparecchi trifase. Alcuni tipi di apparecchi consentono anche valori limite più elevati. Se il limite di 3,5 mA viene superato, in caso di dubbio si applicano le specifiche del produttore o lo standard del prodotto. La corrente di prova deve essere di 16 A o almeno il doppio della corrente nominale.

Contatto attuale #

La corrente non deve superare 0,5 mA. Le misurazioni vengono effettuate in tutti i punti di contatto con le parti metalliche non collegate al conduttore di protezione.

Test di funzionamento #

Le funzioni dell'apparecchio in questione devono essere testate in conformità alle specifiche del produttore, ossia se l'apparecchio può essere utilizzato in modo sicuro in base alla sua destinazione d'uso.

Documentazione #

Tutti i test effettuati devono essere documentati in modo completo. I documenti devono contenere almeno le seguenti informazioni:

- I valori misurati
- tester
- Data dell'esame
- Tipo di test
- Principi del test
- Cosa è stato controllato in dettaglio
- Risultato dell'audit
- Valutazione delle carenze identificate e dichiarazioni sul proseguimento dell'attività.
- Nome dell'esaminatore

Valutazione #

La sicurezza del dispositivo deve essere valutata da una o più persone competenti (solitamente elettricisti qualificati) che abbiano una formazione adeguata per il dispositivo in esame. Informazioni dettagliate sulla persona competente si trovano, ad esempio, nelle Regole Tecniche per la Sicurezza Industriale TRBS 1203 - queste regole possono essere scaricate gratuitamente dalla homepage dell'Istituto Federale per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro.

Se il campione di prova non è sicuro, deve essere etichettato di conseguenza e l'operatore deve essere informato del rischio che rappresenta.

Dispositivi di prova e di misurazione adatti #

I dispositivi di misurazione e test utilizzati devono essere costruiti in conformità agli standard di prodotto internazionali IEC 61010 e (in alcuni casi) IEC 61557. In Germania, devono essere rispettati anche i requisiti della norma DIN VDE 0404 - questi standard specificano i requisiti di sicurezza, precisione, metodi di misurazione e condizioni di influenza.

Esistono dispositivi di misurazione e di test che non soddisfano i requisiti di cui sopra. Questi dispositivi di misurazione e di test possono essere utilizzati solo se vengono dimostrati gli stessi requisiti di sicurezza e i risultati dei test.

La selezione di un dispositivo di prova adatto è responsabilità dell'operatore e/o del tester autorizzato.

Questo si chiuderà in 0 secondi

IT